SABATO 22 aprile 2017

Auditorium Pia Casa, Via S. Chiara 6 – ore 9.00

“LA SKARROZZATA”

Oltre la disabilità: un percorso verso le pari opportunità

8.45 ritrovo

9.00 convegno modera Giulio Sensi (giornalista), intervengono Luca Cinquini (Vice Presidente Commissione Vigilanza e Controllo ASL), Andrea Lanfri (atleta paraolimpico), Alfredo Di Gino Puccetti (inventore pedana sensoriale), Damiano Iacopetti (architetto e progettista specializzato nell’abbattimento delle barriere architettoniche).

11.45 partenza percorso ridotto in sedia a rotelle con i ragazzi

a cura dell’Associazione Di Testa Mia Health Promoting Guys

Il progetto si pone l’obiettivo fondamentale di sensibilizzare la comunità al problema delle barriere architettoniche e alle tematiche legate alla disabilità. Verranno messe a disposizione di tutti delle sedie a rotelle cosicché sarà possibile comprendere quanto può  essere difficoltoso passeggiare con una carrozzina per il Centro Storico. “D’una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà a una tua domanda” scriveva Italo Calvino. Una città è davvero bella se sa dare le risposte ai bisogni di tutti. La skarozzata aiuta a comprendere quanto, a volte, bastino veramente poche attenzioni e accortezze per alleviare questi problemi.

Sala Maria Eletta Martini (Teatro delle Filocaristiche), Via S. Andrea – ore 10.00

“Il berretto a sonagli”

a cura della Cattiva compagnia

RISERVATO ALLE SCUOLE

Teatro delle Filocaristiche. La Sala Maria Eletta ha sede in via Sant’Andrea in quello che fu il Circolo degli Ufficiali, diventato poi Le Filocaristiche, dove si svolgevano  sin dal 1800 commedie e balli in maschera. La sala è dotata di un piccolo e prezioso teatro settecentesco in miniatura, completo di quinte e camerini che negli anni Sessanta ospitava i gruppi musicali lucchesi che vi si esibivano ogni sabato sera. Oggi in maniera eccezionale il teatro rivivrà con la rappresentazione del Berretto a Sonagli .

La Cattiva Compagnia. Nata nel 1996 per iniziativa di alcuni giovani lucchesi, si contraddistingue grazie a un’attività intensa e votata alla trasmigrazione formale: teatro di strada, animazioni, performance ludiche, reading poetici, teatro di burattini, prosa contemporanea, riletture di classici, il tutto sotto la costante guida di Giovanni Fedeli (regista, interprete, capocomico), coadiuvato da un fidato gruppo di interpreti.

Auditorium Fondazione Banca del Monte, Piazza S. Martino 4 – ore 10,30 e 15,00

“Il sogno d’oro” Cortometraggio

a cura di ALAP Associazione Lucchese Arte e Psicologia

Alap (Associazione Lucchese Arte e Psicologia) ha, tra gli scopi primari, quello di rafforzare la rete di collaborazione tra gli enti pubblici e le realtà che a vario titolo già si occupano di disabilità e disagio sociale. In particolare promuove i rapporti tra psicologia e attività artistica, sia dal punto di vista della creazione, sia da quello della fruizione dell’opera d’arte. Arte e psicologia quindi come promozione del benessere . Non solo impiegandola come terapia in senso stretto, ma anche come educazione alla bellezza. Elemento essenziale questo che permette di intervenire prima che il disagio si manifesti in ognuno di noi dato che le iniziative  cje ALAP organizza sono rivolte anche nei confronti dei normo dotati.

“Il Sogno d’oro” è un cortometraggio del regista Simone Rabassini su sceneggiatura di Debora Pioli nasce da un progetto che vede la direzione artistica e musicale della Professoressa Carla Nolledi, inserito nell’ambito delle attività di riabilitazione psicosociale attraverso l’arte terapia. Protagonisti sono i partecipanti al laboratorio di arte terapia integrata “Gruppo Puccini”, affiancati dagli attori Simona Generali e Paolo Giommarelli. La trama è, sinteticamente e semplicemente, la grande e insolita passione di un giovane per la musica di Puccini, tanto da venir soprannominato “Puccini” dai suoi amici. Ed è proprio grazie a questa passione – che condividerà con tutti gli amici – che comincia il suo SOGNO D’ORO coinvolgendoli in un sogno comune attraverso la meraviglia del teatro, le scene, le luci, le ombre, le parole, il coro dolcissimo e le suggestive immagini culminando in un omaggio alla città di Lucca, alla sua musica, alla sua bellezza e all’estrema dolcezza dei suoi paesaggi… naturale scenografia delle opere del Maestro.

Agorà, via delle Trombe 6 – ore 15.00

“Nuove forme di lavoro”

a cura di Irene Panzani S.O.F.A. Shared Office for the Arts

Irene Panzani, nata a Lucca nel 1987, dopo una laurea in filosofia all’Università di Pisa, si trasferisce a Parigi dove si laurea in teoria dell’esposizione. Dopo varie esperienze in gallerie private, assiste i curatori del Musée d’art moderne de la Ville de Paris. Nel 2014 è assistente curatrice della Biennale di Canakkale in Turchia e da allora si interessa particolarmente alla scena artistica di questo Paese. Scrive per le riviste francesi Mouvement e Marges, collabora con la belga Papier Machine ed è contenta di manipolare finalmente l’italiano per Artribune.

Irene Panzani fa parte del team di sole donne che hanno fatto nascere Lucca Creative Hub un «connettore di energie sia giovani che non, con l’obiettivo di rilanciare lo sviluppo economico del territorio valorizzando le risorse dei ragazzi che saranno chiamati a partecipare al progetto». L’idea dell’Hub nasce nel maggio del 2016 quando il progetto partecipa al bando dell’Anci “Giovani rigenerazioni creative” il cui tema era l’occupazione giovanile e il recupero di spazi pubblici. Il progetto è arrivato secondo a livello nazionale e ha ricevuto anche l’appoggio di Vision e del British Council.

Pia casa Via S. Chiara 6 – ore 15.00

“Ridere col cuore”

a cura dell’Associazione Ridolina

Laboratorio teorico pratico di clownterapia

RISERVATO ALLE SCUOLE

L’Associazione Ridolina nasce dalla decennale esperienza dei clown-dottori e volontari del sorriso nella realtà toscana. Si tratta di un’Associazione senza scopo di lucro, la cui attività trova ragione e ispirazione nella “terapia del sorriso”. Tale disciplina, pur se di recente acquisizione, gode ormai di riconosciuti crediti scientifici e in virtù dei risultati raggiunti è oggetto di una costante e progressiva diffusione. La sua principale finalità è quella di umanizzare la degenza nei reparti ospedalieri, con primaria attenzione ai bambini ricoverati nei reparti pediatrici ed oncoematologici. Inoltre è specializzata su percorsi di sostegno agli anziani, ai disabili, ed ai soggetti svantaggiati, puntando all’ottimizzazione relazionale ed alla umanizzazione delle strutture sanitarie. I clown dottori dell’associazione operano dal 2001 nell’ospedale Santa Chiara di Pisa nel reparto di oncoematologia pediatrica e trapianto di midollo osseo. I volontari del sorriso curano il Pronto Soccorso Pediatrico dell’ospedale di Lucca e l’RSA San Cataldo sempre di Lucca.

Chiesa del Crocifisso dei Bianchi, via del Crocifisso – ore 15.00

“ON DEMAND” (Dentro l’opera)

Percorso alla scoperta del processo creativo con l’artista Matteo Nuti

Nell’ambito della mostra “ON DEMAND” l’artista Matteo Nuti invita a un percorso alla scoperta del processo creativo.

Matteo Nuti nasce a Bientina (Pi) nel 1979, nel 2005 si trasferisce a Milano e nel 2012 a Roma. Nel 2016 torna in nella campagna toscana dove lavora la terra e dipinge.
Il suo lavoro è stato pubblicato e promosso da LE DICTATEUR, TOILET PAPER MAGAZINE, GUGGENHEIM MUSEM NY, BOOOOOOOM.COM, THE LUCKY JOTTER, ABITARE, FLASH ART Italia, ROLLING STONE Italia, SKIRA, ELECTA.

Museo Nazionale di Villa Guinigi, Via della Quarquonia – ore 15,00

“SINOPIE E AFFRESCHI”

a cura dei Musei Nazionali di Lucca

RISERVATO ALLE SCUOLE

Il Museo nazionale di Villa Guinigi è il museo della città e del suo territorio, in quanto espone una delle più ricche ed interessanti raccolte di opere  d’arte  prodotte  per  Lucca  da  artisti  lucchesi o stranieri operanti in città per la committenza ecclesiastica e laica. Il nucleo principale delle collezioni risale agli indemaniamenti dei beni  ecclesiastici  precedenti  e  successivi  all’unità  d’Italia,  a  cui  poi  si  sono  aggiunti  reperti provenienti dagli scavi in città, nuove acquisizioni, doni e depositi di vari enti. Nelle sale della Villa, che fu dimora di Paolo Guinigi, signore di Lucca dal 1400 al 1430, in stile tardo gotico, si ripercorre la storia della città: il percorso inizia dall’VIII secolo a.C. con la collezione archeologica, per arrivare al Settecento con opere in prevalenza a soggetto sacro.

Piazza San Michele – ore 15.00

“LA SKARROZZATA” (Percorso in sedia a rotelle)

a cura dell’Associazione Di Testa Mia Health Promoting Guys

Da Piazza San Michele parte il percorso in sedia a rotelle che toccherà tutti i principali punti d’interesse cittadini, come Torre Guinigi, Duomo di San Martino, Piazza Napoleone etc. Saranno messe a disposizione di tutti delle carrozzine, in modo da far provare anche a chi non ne ha bisogno, l’esperienza di muoversi in sedia a rotelle. A conclusione del percorso (punto di arrivo: Piazza San Michele) ci sarà un momento d’intrattenimento (ospite Emma Morton & The Graces) e di riflessione con gli interventi istituzionali e delle associazioni per trarre le conclusioni della giornata.

Via Fillungo – ore 17.00 e Piazza Napoleone – ore 18,00

“FLASH MOB”

a cura del Liceo Musicale Lucchese

Flash mob (dall’inglese flash, lampo, inteso come evento rapido, improvviso, e mob, folla) è un termine coniato nel 2003 per indicare un assembramento improvviso di un gruppo di persone in uno spazio pubblico, che si dissolve nel giro di poco tempo, con la finalità comune di mettere in pratica un’azione insolita. I ragazzi del Liceo musicale lucchese daranno vita a un raduno musicale in un punto di via Fillungo senza preavviso, senza palco con musiche dal loro repertorio

Agorà via delle Trombe, 6 – ore 17.00

INCUBATORI E COWORKING

A cura del Polo Tecnologico Lucchese e Lubec

Il Polo Tecnologico Lucchese nasce per facilitare il trasferimento tecnologico e lo sviluppo di attività innovative in settori strategici, al fine di aumentarne l’attrattività e competitività. L’obiettivo generale che persegue è quello di supportare lo sviluppo del territorio sostenendo le attività legate alla società dell’informazione e della conoscenza, i centri di competenza sull’innovazione e sul trasferimento tecnologico a supporto della competitività delle imprese, la creazione e e sviluppo di nuove imprese innovative ad alto potenziale di crescita. Per questo il Polo ospita un Incubatore di start up innovative accreditato dalla Regione Toscana e un Acceleratore di imprese innovative per coloro che intendono sviluppare la propria attività sulla base di un progetto innovativo tecnologicamente valido ed economicamente sostenibile

Lubec è l’evento di riferimento sulle tecnologie per i Beni Culturali, applicate alla valorizzalzione del turismo, i beni culturali e il marketing territoriale.

Auditorium Fondazione Banca del Monte, P.zza San Martino – ore 17.30

“MITOLOGIA E BELLEZZA”

a cura di Donatella Puliga

Donatella Puliga si è laureata in Lettere classiche presso l’Università di Pisa e ha conseguito il Diploma di licenza presso la Scuola Normale Superiore, sotto la guida di Giovanni Pugliese Carratelli.  Dall’anno accademico 1997/8 insegna Mitologia classica e Lingua e Letteratura latina presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Siena , dove è responsabile del Laboratorio di ricerca sulla didattica dell’antico, che ha fondato nell’ambito del Centro di Antropologia e mondo antico diretto da Maurizio Bettini. Si occupa in particolare della dimensione antropologica della civiltà greco-romana, ed è interessata alla permanenza di moduli classici nella società contemporanea, oltre che nella letteratura e nell’arte. E’ impegnata in progetti di divulgazione della cultura classica nelle scuole di ogni ordine e grado.

Fondazione Cassa di Risparmio, Via San Micheletto 3 – ore 17.00

“INVASIONE ALLA FONDAZIONE”

Alla scoperta della collezione d’arte della Fondazione Cassa di Risparmio

a cura Invasioni digitali

In Italia alcune Fondazioni delle Casse di Risparmio hanno delle splendide collezioni d’arte. Ma in genere non è possibile visitarle. In occasione della quinta edizione delle Invasioni Digitali che si svolgeranno a livello nazionale dal 21 Aprile al 7 Maggio 2017, la Fondazione lucchese “aprirà” le porte dei suoi uffici privati e accoglierà quanti vorranno vedere dal vero la collezione privata. Un luogo di solito inaccessibile al pubblico sarà aperto in esclusiva Sabato 22 Aprile alle 17.30. La raccolta che abbraccia opere prodotte durante un arco temporale che va dalla fine del XIV agli inizi del XX secolo, è intimamente connessa alla cultura figurativa lucchese. Sarà un “viaggio” alla scoperta del bello ma non solo, i visitatori sono invitati ad esprimere fotograficamente le loro emozioni ed “ispirazioni” durante la visita. 

Dopo essersi registrati su http://www.invasionidigitali.it/invasione/invasione-alla-fondazione/, presentarsi alle 17:00 in Via San Micheletto 3, nel centro storico di Lucca.

DOMENICA 23 aprile 2017

Auditorium Fondazione Banca del Monte, Piazza S. Martino 4 – ore 17.00

“BELLO, BENE, VERO”

apertura “Quando una dea mi prende per mano”

cortometraggio tratto dal racconto di Mario Tobino “Quando una dea mi prende per mano”, dalla raccolta “Zita dei fiori”.

seguiranno gli interventi di

Pietro Pietrini – (Direttore Scuola IMT Alti Studi Lucca, Presidente Fondazione Mario Tobino)

Roberta Guccinelli – (Filosofa)

Emiliana Martinelli – (Imprenditrice)

Eva Perini – (Associazione culturale Progetto Vitalità Onlus)

Luca Cinotti – (caposervizio de “Il Tirreno”)

chiusura  “La bellezza della parola” – legge Marco Brinzi

In apertura verrà proiettato un cortometraggio che prende spunto dal racconto “Quando una dea mi prende per mano”, tratto dalla raccolta “Zita dei fiori”, dove Tobino passeggia per le strade di Lucca subito dopo un violento acquazzone e, pur conoscendola bene, riscopre un luogo meraviglioso, che lo prende per mano e lo accompagna in un viaggio fantastico.

Pietro Pietrini

Presidente della Fondazione Mario Tobino dal 2015, è direttore della Scuola IMT Alti Studi Lucca. Si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Pisa come Allievo Ordinario della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, dove ha conseguito anche il Diploma di Perfezionamento in Neuroscienze. Diploma di specialista in Psichiatria presso l’Università di Pisa. Ha lavorato per oltre 10 anni presso il National Institutes of Health (NIH) di Bethesda negli USA, dove ha condotto ricerche innovative nello studio dei correlati cerebrali delle funzioni mentali in condizioni di salute e in presenza di malattie psichiatriche e neurodegenerative. Nel 2000, è rientrato in Italia chiamato a ricoprire la cattedra in Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Pisa.  Nel 2007 è stato eletto presidente del comitato scientifico della Human Brain Mapping Organization, la più importante organizzazione internazionale per lo studio delle funzioni del cervello umano. Ha diretto dal 2000 al 2012 il Laboratorio di Biochimica Clinica Specialistica dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, dal 2007 al 2011 è stato direttore del Dipartimento ad Attività Integrata di Medicina di Laboratorio e Diagnostica Molecolare e dal 2012 Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Psicologia Clinica e Presidente del Corso di Laurea in Psicologia Clinica e della Salute dell’Università di Pisa. Ha diretto, inoltre, la Scuola di Specializzazione in Biochimica Clinica fino al novembre 2015, quando è stato nominato direttore della Scuola IMT Alti Studi Lucca.

Emiliana Martinelli

Architetto e designer, è titolare della società “Martinelli Luce” dove ha continuato l’attività del padre innovando l’azienda con l’introduzione di nuovi elementi formali e tecnologici e con l’utilizzo di nuovi materiali. All’interno dell’azienda svolge da sempre una duplice attività, quella di imprenditrice e quella di progettista e art director curando anche la grafica del materiale di comunicazione e commerciale, e cura gli allestimenti degli stand attraverso i quali l’azienda si presenta e partecipa alle più importanti manifestazioni del settore, sia in Italia che all’estero. Le sue fonti di ispirazione per la progettazione sono sempre state la natura, le forme geometriche e le ombre. I suoi progetti sono stati premiati  con riconoscimenti internazionali.

Roberta Guccinelli

Ha conseguito il dottorato di ricerca in Filosofia presso l’Università di Ginevra, dove è stata assistente del Dipartimento di Filosofia (Facoltà di Lettere) e ha partecipato a un progetto di ricerca sul pensiero di Jeanne Hersch finanziato dal Fonds National Recherche Suisse (2002-2005). Assegnista di ricerca e professore a contratto presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano (2005-2008; 2009-2010), i suoi interessi di ricerca vertono sulla teoria dei valori, sulla percezione estetico-assiologica e sull’ontologia della persona in ambito fenomenologico. Traduttrice di A. Pfänder e di J. Hersch (Primo amore, Baldini Castoldi Dalai, Milano 2005; Essere e forma, Bruno Mondadori, Milano 2006; Tempo e musica, Prefazione di R. De Monticelli, Baldini Castoldi Dalai, Milano 2009). Ha firmato, tra l’altro, il primo studio compiuto e approfondito apparso in Italia su Jeanne Hersch, La forma del fare. Estetica e ontologia in Jeanne Hersch (Bruno Mondadori, Milano 2007), Lo sguardo e lo stupore. Primi passi nella filosofia dell’esperienza (Aracne editrice, Roma 2015), Fenomenologia del vivente. Corpi, ambienti, mondi: una prospettiva scheleriana (Aracne editrice, Roma 2016) e diversi saggi sulla fenomenologia e la psicologia fenomenologica in riviste e volumi collettanei. Ha curato per Bompiani la nuova edizione italiana di Max Scheler, Der Formalismus in der Ethik und die materiale Wertethik. Neuer Versuch der Grundlegung eines etischen Personalismus (1913-1916, 19273): Il formalismo nell’etica e l’etica materiale dei valori, Bompiani, Milano 2013.

Eva Perini

Si laurea in Economia Aziendale e consegue un Master in Governance e Strategia Aziendale presso L’Università di Pisa. Completa la sua formazione in Economia con un MBA in collaborazione con l’Università di Lille, in Francia, e approfondisce la sua passione per l’arte contemporanea studian- do Storia dell’Arte alla Sotheby’s a Londra. È curatrice del progetto del giardino contemporaneo della Fattoria Montellori di Fucecchio, che ospita 6 opere d’arte realizzate con i fiori insieme ad artisti di fama internazionale. Crede fermamente nell’importanza dell’insegnamento dell’arte, in particolare dell’arte contemporanea, per stimolare e sviluppare l’interesse dei ragazzi verso la cultura. Nel 2012 fonda l’associazione culturale Progetto Vitalità Onlus il cui obbiettivo  è quello di promuovere iniziative culturali sul territorio toscano attraverso Sentiment of Beauty, ciclo di eventi ideati per rilanciare il senso della bellezza italiana ed in particolare il programma di avvicinamento all’arte contemporanea per le scuole attraverso Sentiment of Beauty – Education che coinvolge studenti, dall’infanzia al Liceo, in esperienze didattiche insieme ad artisti e personaggi di alto profilo del mondo dell’arte. Ad oggi il programma ha coinvolto oltre 4.000 studenti in vari plessi scolastici della Toscana e dal 2015 anche fuori dalla Regione.

Luca Cinotti

Nato a Lucca nel 1975, laureato in filosofia all’università di Pisa è  giornalista professionista dal 2004. Ha lavorato a Bologna, Firenze e Milano prima di approdare al “Tirreno”, prima nella redazione di Viareggio poi al sito Internet. Attualmente è caposervizio della redazione di Lucca.

Marco Brinzi

E’ un attore lucchese nato artisticamente nel laboratorio “Teatro Toscana” diretto da Federico Tiezzi. Lavora con maestri come Ronconi, Castri, Tiezzi, Koršunovas e tanti altri ancora che tanto gli insegnano sulla recitazione e a cui Brinzi non manca di riconoscere gratitudine. Per il cinema è stato diretto dai fratelli Taviani nel film “Una questione Privata”. E’ stato poi protagonista del film svizzero “L’operazione” mentre per la televisione ha recitato per la nuova serie di Sky “1992”. A teatro nell’ultima stagione è stato protagonista insieme ad un cast di grandi attrici tra cui Angela Finocchiaro in “Calendar Girls” per la regia di Cristina Pezzoli.  In questa stagione sarà sulle scene con “Le tre sorelle” per la regia di Serena Senigallia.